Recensione drone DJI Spark

Fra i tanti droni presenti in commercio, solamente una piccola percentuale può considerarsi realmente efficiente e professionale. Uno dei prodotti compatti più apprezzati da sempre, è il drone DJI Spark. Le dimensioni ridotte, unite ad un peso leggerissimo, rendono questo dispositivo uno fra i più semplici da utilizzare e da trasportare. Nonostante abbia grandezze molto basse, è lo stesso dotato di 4 rotori funzionali, in possesso di pale rotanti solide e ben strutturate, fondamentali per il volo e per la stabilità del velivolo.

All’interno dei paragrafi successivi, andremo ad analizzare tutte le maggiori caratteristiche di questo drone, partendo inizialmente dalle specifiche tecniche, per poi arrivare alla vera e propria operatività.

Drone DJI Spark: Caratteristiche Tecniche

Iniziando la nostra recensione, i primi parametri da poter visionare, riguardano la camera esterna. In modo particolare, il drone oggi proposto, possiede un obiettivo grandangolare F2,6, equiparante ad un 25 millimetri, formato da 5 elementi in un unico telaio. Il sensore CMOS, da ben 1-2,3 pollici, permette di riprendere video in alta risoluzione, a ben 1080p, e di scattare foto fantastiche a 12MP.

Una delle funzionalità più innovative, riguarda sicuramente la presenza della nuovissima tecnologia Palm Control. Attraverso la stessa, il drone è in grado di riconoscere i movimenti delle proprie mani e l’utente ha la concreta possibilità di gestire il dispositivo (scattando foto), semplicemente effettuando semplici movimenti. A rendere il DJI Spark davvero uno dei droni più Smart in assoluto, è la presenza del cosiddetto FaceAware.

Permette di far decollare il proprio velivolo, tenendolo sulla mano, semplicemente attraverso il riconoscimento facciale. Appositi sensori nella fotocamera, memorizzando i propri parametri facciali, permettono al drone di riconoscere il proprio possessore. Per ultimo, non per importanza, il dispositivo è dotato di particolari sensori di movimento, i quali danno la possibilità di volare anche all’indietro e di girare a 360 gradi. In questo modo è possibile sempre seguire il soggetto da riprendere e mantenere stabilità in ogni occasione.

Drone DJI Spark: Specifiche Funzionali

Passando ad altre specifiche, il DJI Spark è dotato di localizzatore GPS ad elevate prestazioni e di molti sensori di sicurezza. Questi ultimi permettono di evitare in modo automatico eventuali ostacoli e di atterrare in modo semplice e senza grossi sforzi. Il peso ridotto, di soli 300 grammi, permette al drone di volare per circa 16 minuti, prima di dover ricaricare nuovamente le batterie. L’acquisto comprende 2 batterie, un funzionale cavo USB, 2 set di eliche, alimentatore per la ricarica ed una comoda borsa per il trasporto.

Quanto alla distanza massima di trasmissione del controllo da remoto, è possibile ricordare alcuni parametri di pertinenza. In modo particolare:

  • Distante 2.412 – 2.462 GHz: Conforme norme FCC: 2 km (1.2 mi); Conforme norme CE: 500 m (0.3 mi); Conforme norme SRRC: 500 m (0.3 mi); Conforme norme MIC: 500 m (0.3 mi); (senza interferenze e ostacoli)
  • Distanze 5.745 – 5.825 GHz: Conforme norme FCC: 2 km (1.2 mi); Conforme norme CE: 300 m (0.18 mi); Conforme norme SRRC: 1.2 km (0.7 mi); (senza interferenze e ostacoli)
  • Distanza di trasmissione massima su WiFi: 100 metri di distanza e 50 metri di altezza (senza interferenze e ostacoli)

> Comprala su Amazon

Recensione drone DJI Mavic Pro Platinum

Se sei arrivato fin qui è perché hai sicuramente bisogno di acquistare un drone. A tal proposito, all’interno di questo approfondimento, appositamente scritto per tutti gli appassionati del settore, abbiamo deciso di recensire uno dei migliori prodotti in circolazione. Si tratta del drone DJI Mavic Pro Platinum, considerato da molti uno degli strumenti più efficienti e con rapporto qualità prezzo davvero imbattibile.

È un drone quadrielicottero, ossia dotato di ben 4 sistemi rotanti, fondamentali per sorreggerlo durante i vari utilizzi, e di una batteria molto efficiente, in grado di durare per circa 30 minuti a pieno regime. Una delle prima caratteristiche apprezzabili, sia dagli utenti esperti che da quelli alle prime armi, riguarda la bassa rumorosità. Alcuni test, effettuati direttamente dalla casa madre, affermano che il dispositivo raggiunge massimo i 4 dB di rumorosità. Ma non è tutto, scopriamo assieme altre funzionalità interessanti di questo prodotto top di gamma di ultima generazione.

DJI Mavic Pro Platinum: Caratteristiche Tecniche

Il punto di partenza, prima di procedere con qualsiasi acquisto, riguarda la visione e la verifica in merito alle specifiche sulla fotocamera. Entrando nel dettaglio, il drone oggi proposto, possiede una fotocamera con tecnologia gimbal a 3 assi, in grado di scattare foto con la massima risoluzione e di effettuare riprese davvero mozzafiato. La tecnologia interna, infatti, associata alla lente, permette di ottenere scatti a 12 megapixel e riprese fluide in alta risoluzione (4k).

Oltre ciò, la presenza di 5 sensori ottici dà la possibilità di effettuare filmati di qualità ed allo stesso tempo con estrema facilità operativa. La presenza dei 4 motori potenti e performanti permette di utilizzare il drone per molti minuti e di percorrere molti chilometri prima di dover nuovamente ricaricare la batteria. A rendere unico questo prodotto, inoltre, troviamo funzionali sensori (sia nella parte superiore che inferiore) che permettono di mantenere stabile il drone, in modo da scattare foto non mosse. La presenza del localizzatore GPS di ultima generazione, garantisce un controllo impeccabile sotto tutti i punti di vista.

DJI Mavic Pro Platinum: Funzioni Specifiche

Passando ad altre specifiche, il DJI Mavic Pro Platinum può raggiungere una velocità di crociera pari a circa 65 chilometri orari. Si tratta di prestazioni molto elevate, soprattutto considerati altri prodotti presenti in commercio, con valori molto più ridotti. Fra le tante funzioni interessanti, una delle migliori è sicuramente la FlightAutonomy. Attraverso la stessa, il drone è in grado di verificare autonomamente in merito alla presenza di ostacoli pericolosi, e di schivarli in pochi secondi. Tutto ciò permette di preservare lo strumento e di effettuare l’atterraggio in modo sicuro ed altamente professionale.

In merito alla gestione, il drone si mostra facile da utilizzare, e soprattutto facilissimo da governare. La presenza del radiocomando incluso dà la possibilità di poter pilotare il dispositivo anche attraverso il proprio Smartphone. Con pochi semplici tocchi, sarai in grado di volare fin da subito e con pochissimo allenamento. Per concludere, la portata massima del radiocomando, legata alla massima distanza, è di circa 7 Km.

> Comprala su Amazon

Recensione drone Parrot Anafi Base

All’interno del mercato dei droni, è importante imparare a differenziare i prodotti di qualità da quelli con basse prestazioni. Uno dei migliori prodotti in circolazione, fruibile sia per professionisti che per utenti alle prime armi, è il Parrot Anafi Base Drone. Si tratta di un dispositivo all’avanguardia, costruito con materiali di qualità ed ideato appositamente per resistere nel tempo. Fra le tante qualità eccelse, ricordiamo la presenza di quattro motori elettrici, ancorati a pale rotanti di ottima fattura.

Il drone può essere riposto con facilità all’interno dell’apposita custodia e, una volta piegato su stesso, occupa davvero pochissimo spazio. Il peso è di soli 320 grammi, il che lo rende compatto e allo stesso tempo robusto. All’interno del nostro approfondimento scopriremo altre caratteristiche del Parrot Anafi Base Drone, soffermandoci specificatamente su alcune funzionalità interessanti ed innovative.

Parrot Anafi Base Drone: Caratteristiche Tecniche

Partendo dalla fotocamera presente sullo strumento, il drone oggi proposto permette di registrare video in 4K HDR e di scattare foto nitide con ben 21MP. La tecnologia interna Gimbal, associata ai sensori ed alle lenti di ultima generazione, rende i propri filmanti fluidi e soprattutto privi di disturbi di ogni genere. Gli automatismi interni, inoltre, permettono di catturare tutta la luce e di ottenere immagini definite fin all’ultimo particolare.

A rendere questo drone unico nel suo genere, è soprattutto l’aspetto legato alla sua intelligenza. Contrariamente da altri dispositivi, dotati di pochissime funzioni, il Parrot Anafi Base Drone possiede innovazioni tecnologiche presenti solamente su prodotti top di gamma. Entrando nel dettaglio, la funzione Dolly Zoom permette di riconoscere automaticamente la presenza di volti e di isolarli dal contesto esterno (come ad esempio uno sfondo). In questo modo è data sempre  priorità al soggetto interessato e mai agli oggetti secondari.

Oltre ciò, la funzione SmartDronies, consente di scattare selfie aerei automatici in qualsiasi momento e con estrema facilità.

Parrot Anafi Base Drone: Funzionalità Specifiche

Quanto ad altre funzionalità specifiche, il drone oggi esaminato possiede un sistema di ricarica rapido e la durata del volo, a pieno regime, può arrivare addirittura fino a 25 minuti. Una volta scarico, può essere ricaricato comodamente attraverso il proprio PC, o con una semplice power bank. Il dispositivo è compatibile con tutti i caricabatterie Power Delivery, i quali sono considerati molto più efficienti (circa per il 60% in più) rispetto ai tradizionali sistemi con USB-A SW.

In merito al controllo, il drone può essere gestito con estrema semplicità anche attraverso il proprio dispositivo mobile. Che si tratti di device iOS, o Android, è possibile scaricare la comoda applicazione Freeflight 6, attraverso la quale visualizzare gli spostamenti del drone e controllare le variazioni impostate sul radiocomando. Quanto alla portata massima, il velivolo è in grado di allontanarsi senza problemi per ben 4 chilometri. Si tratta ovviamente di indicatori generici, calcolati sulla base di ambienti privi di ostacoli o di interferenze.  Per ultimo, l’orientamento orizzontale permette di girarsi a 360 gradi mentre, quello verticale, di muoversi fino a 180.

> Comprala su Amazon

Recensione drone DJI Mavic Air Fly More

Il settore dei droni, soprattutto nel corso degli ultimi due anni, ha iniziato ad espandersi in modo esponenziale. L’uso di questi strumenti viene spesso associato a molti settori trasversali. Se anche tu hai bisogno di acquistare un drone per necessità, o semplicemente perché sei curioso di provare questa nuova tecnologia di ultima generazione, allora il DJI Mavic Air Fly More è sicuramente uno dei migliori prodotti presenti in circolazione.

Proprio come in altri ambiti, anche in questo caso è possibile trovare in commercio prodotti di bassa qualità, con poca durata e soprattutto costruiti con materiali davvero poco efficienti. Contrariamente da ciò, attraverso la nostra guida completa, avrai la possibilità di scoprire tutte le caratteristiche principali di questo dispositivo e tutte le specifiche funzioni messe a disposizione per l’utilizzatore.

DJI Mavic Air Fly More: Caratteristiche Tecniche

Partendo dalle caratteristiche tecniche, prima di comprare qualsiasi drone, che sia professionale o semplicemente per scopi dilettantistici, è importante verificare la presenza di una buona fotocamera. Entrando nel dettaglio, il prodotto oggi esaminato monta una fotocamera integrata di ultima generazione con gibal a tre assi. La stessa è dotata di un funzionale sensore CMOS, da ben 1-2,3” e ben 12 megapixel.

A rendere il tutto più efficiente, è la presenza dell’obiettivo f/2.8 con distanza focale pari a circa 24 millimetri. Attraverso lo stesso, sarà possibile scattare foto nitide, di qualità e soprattutto in modo davvero semplice. Oltre alle foto, il drone dà la possibilità di registrate eccellenti video in 4k con ben 30 fps. Oltre ciò, il comodo supporto in slow motion 1080p a 120 fps permette di riprendere qualsiasi evento, sia con azioni lente che con azioni veloci.

Passando alla velocità di scatto, il DJI Mavic Air Fly More è in grado di effettuare 25 foto in circa 8 secondi e creare stupende immagini panoramiche, con risoluzione complessiva pari a 32MP. L’operatore, a propria discrezione, ha la possibilità di scegliere se catturare immagini verticali, orizzontali e di muoversi liberamente a 360 gradi, in base alle singole esigenze.

DJI Mavic Air Fly More: Funzioni Specifiche

Passando ad altre funzionalità specifiche, è importante considerare l’aspetto delle nuove opzioni aggiunte sul prodotto. In particolare, il DJI Mavic Air Fly More è dotato di modalità di volo intelligente, montato solamente sui droni di altissima qualità. Oltre ciò, la funzione SmartCapture permette di utilizzare il dispositivo in modo intelligente e di controllarlo manualmente in merito agli scatti o ai video.

A tal proposito, oltre alla presenza di ben due modalità QuickShot, ossia legate ad uno scatto rapido, la società ha altresì inserito comodi e funzionali sensori posteriori, per far volare il drone anche all’indietro. In tutto ciò, i nuovi algoritmi HDR, integrati all’interno del sistema, permetto di regolare l’esposizione in modo intelligente a seconda della luce esterna. La memoria interna è di 8GB, estendibile con una Micro SD e i parametri sulla distanza di trasmissione sono: 2.400 – 2.483 GHz – Conforme norme FCC: 4 km (2.5 mi); Conforme norme CE: 2 km (1.2 mi); Conforme norme SRRC: 4 km 2 km (1.2 mi); (senza interferenze).

> Comprala su Amazon

Recensione Drone DJI Mavic 2 Pro

Quello dei droni, è sicuramente uno dei settori più in crescita in assoluto. Ogni anno, società e aziende di ultima generazione, decidono di lanciare sul mercato prodotti efficienti e dotati di funzionalità davvero interessanti. Uno dei droni più apprezzati in commercio, costruito appositamente per durare nel tempo, è il DJI Mavic 2 Pro. Si tratta di un dispositivo dotato di quattro motori ad elica, di una telecamera all’avanguardia e di un peso molto ridotto.

È disponibile in colore grigio e possiede una base solida, ma allo stesso tempo abbastanza elastica, fondamentale per far atterrare e decollare il velivolo in totale sicurezza. All’interno di questa guida, scritta appositamente per fare chiarezza su questo prodotto, scopriremo tutte le caratteristiche del drone DJI Mavic 2 Pro, focalizzando l’attenzione sia su parametri funzionali che prettamente operativi. Iniziamo subito.

DJI Mavic 2 Pro: Caratteristiche Tecniche

Prima di parlare delle varie funzioni legate all’utilizzo, è importante iniziare dai cosiddetti parametri operativi. A tal proposito, facendo riferimento ai dati forniti dal costruttore, il drone oggi esaminato possiede una fotocamera Hasselblad L1D-20c di ultima generazione, associata ad una tecnologia HNCS. Quest’ultima permette di scattare foto di alta qualità, con una capacità di ben 20MP. Le lenti posizionate al suo interno, oltre a garantire scatti impeccabili, permettono di girare video in 4k, con colori sgargianti e molto nitidi.

A rendere possibile tutto ciò, è il funzionale supporto D-LOG a 10 bit, il quale consente di scattare con una maggiore flessibilità nella gradazione dei colori e di preservare tutti i dettagli, distinguendo le zone scure da quelle chiare. Oltre ciò, la presenza di un’apertura variabile, f/2,8 – f/11, garantisce prestazioni eccelse in qualsiasi condizione di luminosità. Il sistema interno, infatti, attraverso i vari sensori, è in grado di percepire oltre un miliardo di colori e di catturare anche le gradazioni più impercettibili. Si tratta di un valore aggiunto non indifferente, soprattutto se si considerano altri prodotti in commercio, privi di queste tecnologie di ultima generazione.

DJI Mavic 2 Pro: Funzionalità Specifiche

Passando ad altre specifiche funzionalità, il DJI Mavic 2 Pro, rispetto alla serie precedente, possiede una serie di migliorie interessanti. La lunga fase di progettazione, infatti, ha permesso di dotare questo drone di nuovi sistemi per aumentare la spinta dei motori, diminuire notevolmente i consumi di energia a pieno regime e di abbassare l’indicatore della rumorosità. Oltre ciò, la presenza della funzione FlightAutonomy, implementata all’interno attraverso l’aggiunta di sensori intelligenti, permette al drone di percepire gli ostacoli e di spostarsi in modo completamente autonomo.

Tutto ciò dà la possibilità di procedere con un volo più sicuro e, allo stesso tempo, di atterrare in modo semplice e professionale. Per concludere, la durata della batteria è di ben 31 minuti e il drone può velocemente raggiungere le massime distanze attraverso una gestione intuitiva sul proprio radiocomando. La compattezza e la leggerezza del prodotto, infine, lo rendono maneggevole ma allo stesso tempo abbastanza resistente durante le giornate con un po’ di vento.

> Comprala su Amazon

Recensione Potensic Drone T25

Fra i tanti droni presenti in commercio, il Potensic Drone T25 sicuramente è un prodotto che si differenzia rispetto alla concorrenza per professionalità, qualità e prestazioni ai massimi livelli. Disponibile nella colorazione bianca, possiede 4 motori potenti, in grado di sorreggere tutto il dispositivo e di mantenere la giusta stabilità durante il volo. La base, composta da due piedistalli verticali, garantisce atterraggi sicuri e partenze rapide su molte tipologie di terreno.

L’utilizzatore, attraverso il radiocomando, ha la possibilità di governare il drone in qualsiasi direzione (facendolo ruotare anche di 360 gradi) e di farlo inclinare con specifiche angolazioni, in base alle singole esigenze. Il sistema GPS integrato di ultima generazione, permette di ottenere informazioni precise sulla posizione e di far funzionare la comoda opzione Return to Home. Attraverso la stessa, il drone, una volta raggiunti livelli critici di batteria, prenderà il controllo automatico del volo e tornerà alla propria base in rapidità ed in totale sicurezza. Ma non è tutto, scopriamo altre caratteristiche vincenti.

Potensic Drone T25: Caratteristiche Tecniche

Per ogni drone che si rispetti, la componente più importante, è sicuramente la fotocamera. Entrando all’interno delle specifiche tecniche, il Potensic Drone T25 possiede una camera grandangolare regolabile, che permette di scattare foto impeccabili e di registrare video in alta risoluzione (HD da 1080P). Quanto all’angolazione, è possibile agire verso il basso, fino a 75 gradi, o sul grandangolare di 120 gradi. In questo modo si ha la possibilità di riprendere spazi ampi e di ottenere risultati davvero eccelsi.

Come anticipato nell’introduzione, il drone oggi esaminato è uno fra i prodotti più innovativi presenti sul mercato. A tal proposito, una seconda funzione interessante, riguarda la modalità “Seguimi”. Attraverso la stessa il drone seguirà automaticamente l’operatore selezionato e scatterà foto in base alle impostazioni stabilite dall’utente. In questo modo sarà possibile ottenere scatti complessi, anche in particolari zone impervie, gestendo tutto con pochissime impostazioni. La tecnologia interna, compresi i sensori di movimento e di riconoscimento, sono ben protetti da una scocca ultraresistente e allo stesso tempo leggera.

Potensic Drone T25: Funzionalità Specifiche

Passando ad altri parametri funzionali, il Potensic Drone T25 può essere ricaricato con estrema facilità e la durata del volo, a pieno regime e senza troppe pretese, può arrivare anche ad 8 minuti. In merito alla distanza sul controllo, il velivolo può essere gestito fino ad un massimo di 300 metri. Il radiocomando è altamente intuitivo e facile da utilizzare. Nella parte anteriore, è inoltre possibile ancorare il proprio Smartphone e visionare in prima persona gli spostamenti effettuati.

Oltre che per professionisti, il Potensic Drone T25 si mostra fruibile anche per utenti alle prime armi. Tutto ciò grazie ad una comoda funzione automatica, azionabile con un semplice tasto, che permette al dispositivo di decollare, o atterrare, mantenendo in automatico l’equilibrio. Per concludere, la funzione RTH, anche in questo caso molto apprezzata dagli utenti principianti, permette di far tornare il drone al punto di partenza (ossia quello di decollo) impostato in precedenza.

> Comprala su Amazon

Dove volare con un drone

Quante volte hai visto un drone volare praticamente dappertutto? Ebbene, forse non lo sai, ma questo oggetto che, ormai, fa parte del nostro quotidiano non può volare ovunque. Ci sono delle regole da rispettare. Quali? Te ne diciamo noi alcune.

Divertimento

Ovviamente sì, puoi usare il drone semplicemente per divertirti. Ma ricorda che devi rispettare alcune distanze: non puoi avvicinarti a più i 150 metri di distanza – in linea orizzontale – e a non più di 50 metri dalle persone, a meno che non abbiano dato il loro assenso a essere filmate e che siano sotto il controllo del pilota di drone.

In altre parole, non puoi registrare in maniera così fluida gli assembramenti di persone o, comunque, gruppi di cittadini che si sono raccolti in piccoli o grandi agglomerati.

Le NoFlyZones

Le ‘NoFlyZones’ sono delle aree in cui il drone non può assolutamente circolare, per nessun motivo (salvo dei permessi speciali che non stiamo certamente qui a dirti).

Sul sito dell’ENAV trovi l’elenco di tutte le zone che non potranno essere attraversate dai droni: il nostro consiglio è, quindi, quello di darci un’occhiata e controllare al meglio e con la massima attenzione.

Ci sono, però, NoFlyZones definitive e temporanee. Quelle definitive sono, appunto, le zone di cui abbiamo già parlato. Quelle temporanee sono aree dove, per uno specifico arco temporale, è vietato far volare i droni.

Può essere, ad esempio, durante un concerto o una manifestazione, oppure per un evento in particolare. Di solito, si tratta sempre di motivi di ordine pubblico e sicurezza.

È un po’ come lo sport: se prima di allenarti in una disciplina devi imparare bene il regolamento, anche prima di imparare a far volare un drone devi conoscere a memoria tutte le normative che regolano il suo passaggio. Al fine di evitare spiacevoli conseguenze.